La Legge di Bilancio 2021 ha confermato l’incentivo del 50% destinato all’acquisto di condizionatori a basso consumo energetico. I bonus per l’acquisto di condizionatori sono agevolazioni fiscali che spettano a tutti coloro che decidono di acquistare oppure sostituire i propri condizionatori con uno a pompa di calore a risparmio energetico. Importante è sottolineare che tale incentivo spetta anche senza effettuare lavori di ristrutturazione. Ma ad ogni modo è applicabile secondo i seguenti criteri d’acquisto:

  • 50% per coloro che hanno acquistato un condizionatore per una ristrutturazione ordinaria di casa o del condominio;
  • 50% per l’acquisto di un climatizzatore in classe energetica almeno A+ durante le ristrutturazioni straordinarie;
  • 65% per coloro che acquisteranno un nuovo condizionatore in pompa di calore ad alta efficienza energetica per sostituirne uno di classe inferiore.

L’incentivo potrà essere richiesto senza intervento di ristrutturazione, sull’acquisto di un condizionatore che sostituisca in modo integrale o parziale un impianto di climatizzazione invernale di classe energetica più bassa, oppure in caso di nuova installazione di un condizionatore che sia mirato al risparmio energetico.
L’acquisto, deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2021. La detrazione è applicabile sui seguenti beni:

  • climatizzatore a basso consumo energetico;
  • deumidificatore d’aria;
  • termopompa.

Si tratta di un bonus che permette di detrarre il 50% dell’acquisto di un condizionatore nell’ambito di lavori edili, nell’abitazione o nelle parti comuni degli immobili residenziali. La detrazione va associata alla richiesta del Bonus ristrutturazioni 2021, per cui rimandiamo alla pagina dedicata. Il modello acquistato, deve comunque essere ad alta efficienza energetica, in pompa di calore, anche solo per la climatizzazione estiva (raffrescamento). È obbligatoria la certificazione del produttore o del termoidraulico, in base alla quale il condizionatore determina un risparmio energetico. L’importo massimo di spesa detraibile è di 96.000 euro, da dividere in 10 rate annuali per 10 anni, di pari importo.

Anche se non si ha in atto un intervento di ristrutturazione, è possibile ottenere tale detrazione, sia in caso di sostituzione, sia in caso di nuova installazione, in entrambi i casi con uno nuovo sistema in pompa di calore e ad alta efficienza energetica. La detrazione fiscale corrisponde al 50% del totale speso per acquisto, consegna e installazione, fino ad un massimo di 48.000 euro, da dividere in 10 rate annuali per 10 anni, di pari importo.

Coloro che possono usufruire del bonus promosso dal Governo sono: persone fisiche, lavoratori, società di persone e di capitali, associazioni di professionisti, enti pubblici e privati che non conducono alcun tipo di attività commerciale, condomini, istituti autonomi che gestiscono le case popolari, cooperative di abitazione a proprietà indivisa.
Quindi, se rientri almeno in una di queste categorie, molto probabilmente potresti avere diritto ad una detrazione sulla spesa effettuata per il tuo impianto di condizionamento. Ma non solo: con il Bonus Condizionatori 2021 hai la possibilità di godere di una detrazione anche nel caso di una richiesta da parte di titolari di diritti reali o personali di godimento degli immobili. Tuttavia, in questo caso è indispensabile che la persona in questione abbia sostenuto le relative spese.
In questa categoria di casistiche rientrano: tanto i proprietari quanto i nudi proprietari, titolari di un diritto reale di godimento (quale può essere l’usufrutto, l’uso, l’abitazione o la superficie), ma anche i locatari, i soci delle cooperative, gli imprenditori individuali (nel caso in cui gli immobili in questione non facciano parte dei beni strumentali o merce) o dei soggetti che – più in generale – producono delle forme di reddito in forma associata (società semplici, in accomandita semplice, in nome collettivo, imprese familiari).

Per usufruire della suddetta agevolazione fiscale in ambito di interventi per il risparmio energetico, è necessario rivolgere la propria richiesta mediante via telematica ad ENEA.
L’acquisto o la sostituzione dell’impianto di climatizzazione deve essere necessariamente condotto rispettando le modalità prescritte dalla Legge: bonifico postale o bonifico bancario ordinario, oppure bonifico bancario parlante nel quale deve essere specificata la causale nel bonifico per lavori relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati. Deve essere presente anche il codice fiscale del beneficiario del bonus oppure la partita IVA del negozio.


Le ricevute dei pagamenti e le fatture d’acquisto sono valenti come documentazione fiscale da conservare necessariamente e da allegare alla propria dichiarazione dei redditi.L’invio della comunicazione va compiuto attraverso il sito https://detrazionifiscali.enea.it entro 90 giorni dalla data di termine dei lavori. La domanda va compilata seguendo la procedura guidata che è possibile trovare all’interno del sito.

Per poter usufruire della detrazione fiscale, nella dichiarazione dei redditi attraverso il 730 oppure con il Modello Unico, dovrete obbligatoriamente presentare dei documenti che attestino la spesa. L’acquisto del condizionatore dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario o postale all’interno del quale dovrà essere indicata la causale per il lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati, il codice fiscale del beneficiario del bonus e il codice fiscale o la partita IVA del negozio o del rivenditore. Questo vale anche su AMAZON, quindi una volta che hai acquistato dal nostro sito puoi richiedere il bonus e la documentazione al venditore. Su questi bonifici inoltre si dovrà corrispondere una ritenuta d’acconto dell’8%.

Questa documentazione verrà poi allegata alla vostra dichiarazione dei redditi e potrete ricevere una detrazione IRPEF a partire dall’anno successivo, ovvero il 2021. Qualora il pagamento sia stato effettuato con carte di debito o di credito, dovrete conservare le fatture di acquisto e le ricevute dei pagamenti, dove dovrà essere indicata la natura, la quantità e la qualità dei beni e dei servizi acquistati. Questa sarà la documentazione valida da presentare al momento della dichiarazione dei redditi. L’importo massimo di detrazione, riconosciuta in dieci quote annuali di pari importo alla spesa e richiedibile in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi, è di 96 mila euro.

Se all’atto della compilazione del modello 730 agevolato o del modello Unico avrete integrato tutta la documentazione attestante l’acquisto del condizionatore, seguendo l’iter che vi abbiamo suggerito, potrete usufruire delle detrazioni fiscali.


Prezzi chiari e trasparenti

Sopralluoghi e preventivi gratuiti

Tempi certi e garantiti

Materiali di primissima scelta

Certificazioni di qualità e garanzia

Personale altamente qualificato

Aggiornarsi conviene


Iscriviti alla newsletter mensile e scopri in anteprima le novità e le promozioni di Edil Baiano.
Ricevi le ultime novità relative al mondo della ristrutturazione e diversi consigli utili alla realizzazione del tuo progetto.


Ho preso visione della Privacy Policy ed acconsento al trattamento dei dati
B2B ITALIA